Vallanzasca – gli angeli del male

Al cinema, stasera, io e Davide siamo arrivati in ritardo. Troppo tardi per Qualunquemente. In tempo per Vallanzasca, gli angeli del male. Il film e’ violento, spesso in modo gratuito. La sceneggiatura subisce le scarse scelte (non si può raccontare tutto! Eppure Placido ci prova), ma si giova del talento di Kim Rossi Stuart e della bellezza di Francesco Scianna (che da solo vale il prezzo del biglietto, che comunque non vi consiglio).

La storia di Vallanzasca e’ conosciuta, sanno tutti dell’infanzia orribile e dei suoi occhi di ghiaccio, sanno tutti che era un bandito elegante e gentile. Che negli anni d’oro della mala essere rapiti da lui era meglio di altre prigionie. A fare la differenza erano, anche allora, le buone maniere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...