Il Galateo ai tempi di San Remo

Tutta l’Italia, e quest’anno più che mai, parla di San Remo. Gli ingredienti ci sono tutti: le due vallette in concorrenza, i due scugnizzi che cercano di scompigliare la situazione, il cantante che si improvvisa (con più o meno successo) conduttore e mette su con quella grazia di altri tempi “la squadra”.

Inizialmente pensavo di evitare l’argomento (avevo in mente un bel post sul galateo durante la manicure), eppure mi è impossibile tralasciare il festival dove il bon ton a tratti mi pare abbastanza discutibile e soprattutto dove la caciara è ormai imperante da quattro giorni a questa parte..

Avete capito bene: caciara. Persone che non riescono a finire mezza frase e scoppiano a ridere senza un motivo, persone che fanno di tutto per mettersi in mostra, altre che prendono di mira le persone più anziane (vecchia gag, solita maleducazione), altre ancora che non riescono a leggere neppure il gobbo.. Interviste fatte male, introduzioni fatte ancora peggio, pubblicità che partono in ritardo e così via.

Se anche essere imprecisi (e quindi impreparati) è sintomatico di maleducazione (cioè di scarso rispetto per lo spettatore), forse bisognerebbe pensare proprio questo del festival targato Morandi che fa record d’ascolti e che si gioca sullo stesso leitmotiv dell’anno scorso: l’approssimazione, l’errore, il microfono spento, la traduzione mal fatta, il vestito che si alza e si abbassa quando non dovrebbe, i capelli acconciati in modo volgare.

Ma forse le persone vogliono proprio questo: alcune amano Gianni Morandi un po’ imbranato e un po’ ragazzo di un tempo, altri invece attendono solo che sbagli. Che la Canalis non riesca a tradurre un semplice aggettivo, che Belen legga male il gobbo, che Luca e Paolo intonino una nenia all’opposizione per fare pari e patta.

Ecco, mi chiedo, che prove di galateo si possono fare in un Paese in cui la TV viene accesa in unico onore del cattivo gusto?

5 pensieri su “Il Galateo ai tempi di San Remo

  1. si è vero, sono un po’ troppo cinica, specialmente in questo periodo… però lavoro nel settore, sono musicista, e a san remo vedo milioni di euro investiti nel nulla camuffato da musica… un circo dove personaggi che annoiano anche mia nonna si auto-incensano, blaterano di musica, di giovani… e la musica in realtà è lontana anni luce

    1. era da leggere con un sorriso, e a dirti la verità sono abbastanza senza parole anche io.. posso chiederti dove posso ascoltare (e comprare) qualcosa di tuo?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...