Dopo la cena (parte 2)

Ebbene, con calma inframmezzata, ecco come ho pensato a risolvere i dubbi precedentemente espressi in modo un po’ confuso e un po’ sgrammaticato..

Avanzi nel bon ton.
1. Mai buttare gli avanzi di un pranzo e di una cena. E’ obbligatorio conservali e, se possibile, rielaborarli (guarda punto 3).
2. Per quanto siate stanchi, mettete in frigorifero/coprite le cose che potrebbero rovinarsi. Sarebbe un peccato buttarle per andare a dormire un minuto prima.
3. Esistono molti siti che propongono dei gustosi consigli per rielaborare la pasta che è sopravvissuta alla cena, così come le polpette e i salumi (solo per citare quello che avevo messo io in tavola). Bastano davvero pochi (e poveri) nuovi ingredienti per creare un piatto completamente nuovo e (si spera) gustoso!
4. Se qualcosa proprio non riuscite a mangiarlo (o non avete intenzione di mangiarlo) provare a congelarlo… vi tornerà utile in futuro.
5. Ricordate che non c’è niente di meglio (o non c’è niente di sbagliato, come si pensa a volte) che preparare un piccolo contenitore con delle cose buone da mangiarle e regalarle a chi vive per strada. Spesso non ci pensiamo, ma non è un affronto. E’ una cosa bella. E’ condividere.

Riordinare nel bon ton.
1. Se siete troppo stanche (e vivete da sole) non muovete un dito: rompereste tutto e fareste solo danni.
2. Non lasciate più di una notte i piatti sporchi in giro per la casa. Il rischio è quello di abbrutirsi: rimandare e rimandare, sperando in un aiuto dal cielo per riodinare.. aiuto che, lo sapete meglio di me, non arriverà mai.
3. Non farsi MAI aiutare dagli ospiti. Va bene essere informali, ma questo è vietato. L’ospite ha il diritto (e anche il dovere, in alcuni casi) d’essere servito senza opporsi e senza supplicare di portare i piatti in cucina, di mettere a tavola il pane o l’insalata, ecc.
4. Evitare di mettere i piatti nell’acquaio durante la cena perché “la pentola altrimenti non si scrosta più” e amenità del genere. La pentola, lo sapete bene, si scrosterà anche senza questo orribile gesto casereccio. Si riordina solo quando si è soli!
5. Ricordate che, anche se siete fra amici, alcune regole non vanno messe da parte e comunque VOI siete i padroni di casa, a voi spetta cucinare e poi riordinare. SEMPRE!

Un pensiero su “Dopo la cena (parte 2)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...