Punteggi e isole

Al supermercato oggi c’e’ poca gente. Prima di pagare, la cassiera mi porge due bollini. Sono sempre stata una frana a fare i bollini (e dire che tutte le mie amiche sono degli assi), e sto per rifiutarli quando vedo la signora accanto a me che mette nel portafogli i suoi. “Signora, li vuole?” chiedo, e lei alza gli occhi, mi sorride e non smette più di ringraziarmi.
Questo momento mi fa tornare in mente una scena di quest’estate in Germania: ero con Davide a Rugen e stavamo entrando in un parcheggio quando la macchina accanto a noi si ferma e ci passa un tagliando del parcheggio. Non fu tanto il non dover pagare il parcheggio, quanto condividere con uno sconosciuto una gentilezza a farci sentire bene. E’ proprio vero, a volte basta così poco.

Ieri e’ uscito un mio nuovo post sul galateo televisivo che e’ possibile leggere qui

2 pensieri su “Punteggi e isole

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...