Spie Mattutine

Inizia a fare caldo, la mattina le finestre vengono aperte per cambiare l’aria e far entrare un po’ di freschetto. Peccato che il tono di voce resti sempre lo stesso dell’inverno e sia inevitabile diventare spie. Ascoltare quello che il vicino del secondo piano, un ragazzo carino senza capelli che si è trasferito da poco, dice al telefono. Origliare la conversazione della vicina di pianerottolo che litiga con la badante per guardare il matrimonio di William e Kate o, come dice lei, i bei reali.

Insomma, è arrivata la primavera e fra poco arriverà anche l’estate con quel caldo torrenziale che fa attaccare i vestiti, spalancare le finestre, tirar fuori dall’armadio i costumi da bagno.

Intanto, un consiglio generale: se non volete (più o meno volontariamente) essere spiati ricordatevi… sono tassative grandi tende e voce bassa!

2 pensieri su “Spie Mattutine

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...