Gli eventi noiosi

A chi non e’ mai capitato di prendere parte in situazioni tanto noiose che il primo pensiero diventa… Vorrei essere altrove?
Capita a chiunque, e’ inutile negare. La domanda diventa quindi: come ci si comporta agli eventi noiosi (presentazioni di bibliografie, vernissage senza buffet, prime di film muti restaurati, ecc.)? 

Il primo sentimento e’ quello di scappare. Avete capito bene, tagliare la corda. E se e’ una cosa sempre maleducatissima, non sempre e’ possibile. 
Bisogna quindi almeno provare a mantenere un contegno: evitare di guardare l’orologio (se ne accorgono tutti, anche quando pensate che nessuno vi veda), mettere in tasca o in borsa il cellulare (spento o senza suoneria) e dimenticarselo, smettere di pensare ossessivamente a qualche scusa da utilizzare per fuggire (ho un’emergenza: il supermercato chiude e ho il frigo vuoto, mi sono dimenticata che devo andare a salutare un’amica che domani parte e va a vivere in Romania, ecc.) perché qualsiasi scusa e’ una pessima scusa, non esibire la propria noia. 

La cosa migliore in situazioni noiose e’ mantenere un basso profilo, cercare di farsi coinvolgere in qualche discussione, sforzarsi di “collaborare” con gli eventi e sperare (ma non troppo, perché altrimenti diventa evidente a tutti) che il tempo inizi a scorrere in fretta… 

2 pensieri su “Gli eventi noiosi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...