Il Galateo al casello autostradale

Ormai hanno tutti il telepas. Pagano con le carte di credito, vanno a quelle stazioni “altamente automatizzate” (così si chiamano) dove non ci sono più gli uomini a dare il resto, ma le macchine. E la voce è quella metallica di una donna senza inflessione, senza gli occhi stanchi e i gesti affettati di chi lavora nei gabbiotti delle autostrade.

A volte, però, vuoi perché il telepas si è rotto o perché le carte di credito non vanno, capita di trovarsi davanti quegli uomini e quelle donne annoiate, con la televisione di fronte che trasmette sempre partite di calcio o telenovelas, telenovelas o partite di calcio. E allora come ci si comporta?


Galateo al casello autostradale. In 5 punti.

1. Abbassare la radio. Se si parla al cellulare attaccare o, se si tratta di una conversazione importante e non si può farlo, non alzare la voce.
2. Non sbuffare, non essere aggressivi e maleducati. Davanti a noi abbiamo sempre una persona (anche quando è il più insopportabile possibile) che lavora.
3. Salutare sempre per primi.
4. Dire “grazie” quando si riceve il resto.
5. Evitare gli sguardi compassionevoli. Non c’è niente di peggio.

Un pensiero su “Il Galateo al casello autostradale

  1. Se vai in un negozio è la commessa a salutare x prima, adirittura in Austria quando si viene assunti in qualche negozi ( hard discount inclusi) l’educazione è richiesta quale requisito fondamentale. By Al

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...